Biografia


Milan Roberto nasce ad Udine nel 1950, dove anche oggi abita e lavora.
La sua passione per l’arte nasce nel laboratorio di scultura lignea di tradizione familiare, che per decenni ha firmato lavori prestigiosi, dove anche oggi continua a prendere forma la sua creatività.

Fin da giovanissimo osservava qui la forza e la potenzialità della sgorbia e dello scalpello, espressa nella materia legno, coltivando poi quella che era già la sua passione all’Istituto Statale d’Arte di Udine, sotto la guida degli insegnanti D. Basaldella, A. Lucatello, P. Mucchiut, E. Caucigh e G. Grimaldi.

Da sempre studia e approfondisce le tecniche ed i segreti antichi: pigmenti, terre, patinature, policromie, dorature del legno che ha saputo sensibilmente e sapientemente accostare alla modernità delle forme e alla concettualita’ delle sculture contemporanee, unendo sempre un innato talento ad una fervida creatività.

Si distingue come artista contemporaneo in Italia e all’estero, ottenendo importanti commissioni pubbliche per il territorio nazionale, alcuni esempi: Pietà per Papa Giovanni Paolo II (Vaticano), sculture per il Castello di Spessa (Gorizia), scultura per la chiesa di Redipuglia (Gorizia), scultura per la chiesa di Flagogna (Pordenone), trofeo regata Challenge a Spirit of Portopiccolo (Trieste).

In Udine si trovano sue opere nella Cappella Arcivescovile, nella Banca Antonveneta, nel Museo delle Gallerie del Tiepolo, nella Camera di Commercio, nel Palazzo della Regione, nel Palazzo della Provincia e nello spazio antistante il Tribunale di Udine.

All’estero sue opere sono state realizzate per l’aerobase di Downsview (Canada), per Tamman’s House a Londra (Inghilterra), per la chiesa di Woodbridge (Canada), per la chiesa di Nia Nia (Congo), per la flotta delle Coral Princess, navi da crociera della catena Grand Princess, (U.S.A), per le Trump Tower di Miami, per il Palazzo della Comunicazioni di Washington DC; sono da ricordare anche le collaborazioni e progettazioni con gli architetti, interior designer ed art consultant: Fitch (Londra), Bronson (U.S.A.), Batista (U.S.A.), Britto (U.S.A.), La Pietra, Coretti, Galeotti, Miani, De Marco (Italia).

Importante è anche il suo inserimento artistico nell’arte sacra contemporanea con commissioni per la realizzazione di arredi-scultura, quali altari, amboni, croci per le seguenti chiese: Sacro Cuore, Duomo, S. Pietro Martire, di Udine; S. Annunziata di Pradamano (Udine), S. Maria Assunta di Manzano (Udine), S. Giuseppe di Castions di Strada (Udine).
Notevoli anche le opere collocate in collezioni private, soprattutto presenti in nord e sud America, grazie alle collaborazioni con le gallerie americane.

La costante collaborazione iniziata nel 2008 con la galleria d’arte Etra Fine Art a Miami, Florida (USA) ha permesso di esporre e fare apprezzare opere dell’ultima ricerca durante Art Basel Show 2008, Summer Group Show May 2009, Art Basel Show 2009, Fall Group Show 2010, Miami International Fair 2010, Miami International Art Fair 2011 e di collaborare con interior designers per l’arredo di spazi pubblici e privati, tra cui citiamo Colombostile USA. Nel 2013 Milan ha partecipato al SOFA International Art and Design Fair in Chicago (IL).

Dal 2011 collabora con Pismo Art Glass Gallery ad Aspen, Vail e Denver, Colorado (USA), proponendo i totem lignei con inserzioni di preziosi vetri policromi.

Dal 2014 Milan collabora con la galleria Avran Art e Design a Laguna Beach (CA).

Dal 2017 collabora con la galleria Coconut Grove Gallery di Miami (FL).

LA POTENZIALITÀ DELLA MATERIA

Ciò che distingue e fa apprezzare l’unicità della ricerca artistica di Milan è l’ascolto della potenzialità espressiva del legno, attraverso l’alchemica unione degli antichi segreti della cultura artigiana italiana: pigmenti, terre, patinature, dorature, con la modernità delle forme e la concettualità contemporanea delle sculture, unita a grande rinnovamento ed a continua ricerca creativa.

Le sculture, pezzi unici e irripetibili , rievocano richiami ancestrali, temi esistenziali sempre attuali, giochi di opposti, di forze, in cui diverse materie quali preziosi vetri di Murano, bronzi, ferri si fondono assieme e parlano di forme libere nello spazio, di potenzialità, di terra e fuoco, di essenze, di energie cosmiche, attraverso una eleganza formale ed una linearità essenziale, in cui traspare un sapiente uso dell’antica techne’ unita alla concettualità contemporanea, per creare un’opera d’arte completa in cui il legno, protagonista assoluto, simbolo dell’uomo e della terra, si lascia modellare, piegare, ma vive e vince sempre sugli altri elementi.